Login 
Il carrello é vuoto
RICERCA AVANZATA
Prodotto
Categoria
Marca
Fascia di prezzo


Offerte

Per tutto il mese di Dicembre finanziamento senza interessi in sei mesi!

ARTICOLI

ULTIMI ARRIVI

ARTICOLO
Microsoft rivede le specifiche per i netbook con Windows 7
Nuove specifiche
I netbook che installeranno Windows 7 non potranno avere display con diagonale maggiore di 10,2 pollici e 1 GB di memoria, mentre non ci sono limiti per la capacità del disco fisso e la potenza del processore

Logic, 25 maggio 2009

Pochi di voi ricorderanno le ridicole limitazioni che Microsoft aveva imposto per l'installazione di Windows XP sui primi netbook: 
- montare uno schermo LCD con diagonale non superiore a 10,2 pollici
- avere installato un disco fisso con la capacità massima di 80 GB
- non avere più di 1 GB di memoria
- avere un processore single core, con frequenza non superiore a 1 GHz
- non avere assolutamente la tecnologia touchscreen
Le abbiamo definite restrizioni ridicole semplicemente perché sono state disattese da moltissimi produttori e Microsoft non ha mai preso provvedimenti: la memoria è quasi sempre espandibile a 2 GB e i dischi fissi sono quasi sempre da 160 GB. Forse avere un suo sistema operativo sui prodotti più venduti dell'anno faceva troppo comodo
Con l'arrivo di Windows 7 l'azienda di Redmond ha deciso di provarci, ed ecco cosa c'è scritto su un documento ricevuto da un produttore OEM:
- Per essere un netbook, il portatile non deve avere un display di diagonale superiore a 10,2 pollici
- La memoria installata non deve essere superiore a 1 GB
In pratica Microsoft ci ha rinucniato su processori, dischi fissi e touchscreen, che sembra la nuova frontiera dei netbook di fine anno, e cerca di tenere duro su memoria e display.
A patto che queste due condizioni sine qua non siano rispettate, il produttore OEM potrà preinstallare il sistema operativo Windows 7 Stater Edition. Se, invece, il display è maggiore, sarà obbligatorio provvedere a fare sì che il sistema operativo sia Windows 7 Home Basic o Windows 7 Home Premium, che sono decisamente più costosi.
Aldilà del sarcasmo, il motivo di questa politica è quasi esclusivamente da ricercarsi nei guadagni e nei non pochi problemi che Windows XP ha causato a Microsoft: con il suo costo troppo basso, ha rischiato di mettere in difficoltà l'azienda e Microsoft vorrebbe evitare che questo si ripetesse.





Logic - Via Nitti 18/b . 74123 Taranto - Partita IVA 01836340735
Copyright 2007 - 2020. Tutti i diritti riservati